Marchi, Brevetti & Co.

top_services

Il titolo che tutela le invenzioni è il brevetto. Esso conferisce al suo titolare un giusto monopolio di durata che può essere prorogata fino a venti anni dalla data del deposito della domanda. Durante il periodo di validità del brevetto, il titolare può impedire a terzi da lui non autorizzati l’attuazione dell’invenzione.

L’esclusiva garantita dal brevetto viene incontro all’esigenza di concedere a chi ha ideato nuove soluzioni tecniche la possibilità di trarne un adeguato vantaggio economico, grazie ad un monopolio, legalmente tutelato, di sfruttamento dell’invenzione; in contropartita, la limitazione della durata ad un massimo di venti anni, e la pubblicazione della domanda di brevetto a cura delle autorità preposte, obbligatoria dopo un predeterminato periodo di alcuni mesi dalla presentazione della domanda, garantisce che l’invenzione prima o poi diventi patrimonio dell’umanità intera, contribuendo al progresso tecnologico. I brevetti possono essere rilasciati per invenzioni nei più diversi rami della tecnologia, per esempio nel campo della meccanica, della chimica, della farmacologia, delle telecomunicazioni o dell’elettronica e delle biotecnologie. Un diverso titolo di proprietà industriale è invece appositamente previsto per nuove varietà vegetali.

È richiesta, per la validità del brevetto, l’assoluta novità dell’invenzione, che deve dunque essere del tutto inedita alla data del deposito della domanda; per tale motivo, molte legislazioni prevedono ricerche di anteriorità da parte degli enti preposti alla concessione dei brevetti e si può valutare l’opportunità di effettuare ricerche di tale tipo prima di procedere al deposito di una domanda. Per lo stesso motivo è da tenere presente che l’oggetto della brevettazione non deve essere divulgato a terzi prima del deposito, nemmeno da parte dell’inventore o del titolare stesso, pena la nullità della domanda il cui oggetto risulterebbe così predivulgato e perciò non nuovo.

Depositata una prima domanda di brevetto, se si desidera estendere la tutela ad altri Paesi, è importante che questo avvenga entro un periodo prefissato nel quale si può rivendicare la “priorità” della prima domanda; in mancanza di una tale rivendicazione valida la stessa pubblicazione della prima domanda, o altre divulgazioni successive, costituiranno predivulgazione dell’invenzione, impedendo la brevettazione negli altri Paesi di interesse. Esistono diversi trattati internazionali, tra i quali hanno particolare importanza Convenzione Europea dei Brevetti ed il PCT (Patent Cooperation Treaty), grazie ai quali è possibile effettuare un deposito unico valido per diversi Paesi di interesse e/o attivare un’ unica procedura di esame e concessione della domanda di brevetto, a cura di autorità appositamente preposte.

Accanto al Brevetto Europeo e al PCT si affianca il neonato Brevetto Unitario, un titolo unitario valido in tutto il territorio dell’Unione Europea. Per maggiori informazioni su questa tipologia di titolo, vi invitiamo a visitare il seguente link, cliccando qui.

Informativa sull’utilizzo dei Cookie

 

L’informativa sull’utilizzo dei cookie sul dominio web jaumann.eu è resa in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali del 8 maggio 2014:

“Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie” e nel rispetto dell’art. 13 del Codice privacy (D.Lgs. n. 679/2016).

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’Utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo Utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’Utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

Esistono due macro-categorie fondamentali, con caratteristiche diverse: “cookie tecnici” e “cookie di profilazione”.

I cookie tecnici sono generalmente necessari per il corretto funzionamento del sito web e per permettere la navigazione; senza di essi si potrebbe non essere in grado di visualizzare correttamente le pagine oppure di utilizzare alcuni servizi. Per esempio, un cookie tecnico è indispensabile per mantenere l’Utente collegato durante tutta la visita a un sito web, oppure per memorizzare le impostazioni della lingua, della visualizzazione, e così via.

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’Utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli Utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’Utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso.

I cookie utilizzati sul dominio jaumann.eu non sono utilizzati per attività di profilazione dell’Utente.

cookie tecnici possono essere ulteriormente distinti in:

  • cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web;
  • cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici solo laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.
  • cookie di funzionalità, che permettono all’Utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati  al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Jaumann.eu utilizza:

  • cookie di sessione che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web
  • cookies analytics utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata e anonima, sul numero degli Utenti, su come gli stessi consultano il Sito allo scopo di migliorarlo e comprendere quali parti o elementi siano maggiormente apprezzati.

Viene allo scopo utilizzato un cookie di terza parte, ossia Google Analytics.

Questo cookie non è uno strumento di nostra titolarità, per maggiori informazioni, pertanto, è possibile consultare l’informativa fornita da Google al seguente indirizzo: http://www.google.it/policies/privacy/partners/

Se si preferisce che Google Analytics non utilizzi i dati raccolti in nessun modo si può:

  • utilizzare la navigazione anonima (opzione Do Not Track) del browser. Per sapere come attivare l’opzione sui principali motori di ricerca cliccare sul browser utilizzato Internet ExplorerGoogle ChromeMozilla FirefoxApple Safari.
  • scegliere di disattivare Google Analytics installando sul browser utilizzato il componente aggiuntivo per la disattivazione. disattivazione. Link per scaricarlo

L’Utente può scegliere di abilitare o disabilitare i cookie intervenendo sulle impostazioni del proprio browser di navigazione secondo le istruzioni rese disponibili dai relativi fornitori.